GIACOMO PEREGO

GIACOMO PEREGO in arte JACK
BIOGRAFIA

“Tokyo 2015 sono seduto al tavolino di un bar aspettando il mio volo.” Guarda cosa ho trovato sul tuo
comodino, lo tengo di ricordo”. Un’amica mi passa un foglio, mostrandomi un disegno, che neanche
ricordavo di avere fatto la sera precedente durante una chiaccherata in camera dopo aver tragugiato una
strana trippa giapponese e del sakè. Al momento non capisco di cosa parli e perché voglia tenere dei
semplici schizzi, mi guarda ed esclama:” Hai disegnato tutto il nostro viaggio!”
Inizio a raccontare ai miei amici questa mia passione; la Pittura, accantonata, ma viva dentro di me; loro,
incuriositi da questo mio lato nascosto, hanno iniziato a spronarmi facendomi credere che forse quello che
facevo non erano solo semplici schizzi, e a spingermi ad iscrivermi ad una scuola d’arte.
Iniziai così a frequentare le lezioni.
Scusate… stavo dimenticando di presentarmi! Mi chiamo Giacomo, per gli amici sono sempre stato Giaky o
Jack, ed è da qui che nasce il nome d’arte!
Raccontare come è nata in me la passione per il disegno è un viaggio a ritroso che ancora per certi aspetti
non so ancora spiegare a me stesso…figuriamoci a voi, ma ci proverò!
Usare pennarelli e matite fa largamente parte del percorso formativo e ricreativo di tutti i bambini e
nonostante le maestre fossero entusiaste di come accostassi i colori in maniera estravagante, ma corretta,
disegnare e colorare non mi aveva particolarmente colpito.
Ritenevo il momento del disegno al pari di una qualsiasi attività scolastica (non dico la matematica che è
sempre stata il mio tallone di Achille, ma quasi!!!), oltretutto essendo figlio degli anni’ 90 i miei passatempi
preferiti erano altri, la bicicletta, il pallone e costruire basi militari nei boschi con gli amichetti!
Ho sempre avuto piccoli segnali di interesse per il mondo dell’arte. Ricordo delle innumerevoli volte dove
rimanevo a bocca aperta davanti ad artisti di strada, letteralmente ipnotizzato e rapito dalle loro magiche
attività (…) ma soprattutto da chi con abilità e maestria riusciva in pochissimo tempo a far comparire su di
un foglio lucido tramite stencil e bombolette un’immagine quasi astratta del luogo di villeggiatura!
Gli anni scolastici passano, e mi ritrovai al banco di un istituto tecnico industriale, come specializzazione
scelsi elettro tecnico, arabo per le mie orecchie, di fatti, i pochi giorni di presenza a scuola li passavo a testa
bassa sui libri ricamandoli di scarabocchi e cercando di riprodurre i vari murales che vedevo tutti i giorni in
stazione, provando ad immaginarmi parte di quel mondo di writer ed inventandomi il mio TAG.
Un nuovo avvicinamento all’arte di strada l’ho avuto entrando a contatto con” la giocoleria”, quando nel
mio piccolo paese: Imbersago, un classico borgo della Brianza in cui per sfiga o per fortuna non succede mai
nulla di eclatante, si è deciso di organizzare una convention, che radunava artisti da ogni angolo del globo,
con personaggi di fama mondiale in quel campo. Un vero e proprio schiaffo alla monotonia campagnola!
Poche ore e munito di attrezzatura e di una buona dose di curiosità, mi mischiai alla folla divertito ed
euforico!
Le stagioni estive durante gli anni scolastici le passavo facendo qualche lavoretto, uno tra i quali è stato
l’imbianchino, un lavoro duro, che però mi ha sempre dato tante soddisfazioni, vedere una casa assumere a
distanza di poche ore un aspetto tutto nuovo e colorato mi rendeva soddisfatto e felice…dite che questo
potrebbe essere un altro segnale?
Segnali a parte questi primi guadagni mi permisero di iniziare a viaggiare.

Vedere posti e assaporare culture differenti dalle nostre è fondamentale per la crescita formativa e
mentale di una persona, senza contare il bagaglio di ricordi, situazioni e momenti che nel mio caso possono
accendere scintille per nuove idee da buttare sulla tela.
Arrivano gli anni in cui “si cresce”, finisce la scuola e devo cercare un lavoro serio, un lavoro che però mi dia
spazio e tempo per poter viaggiare, forse la mia priorità in quel momento fortunatamente la trovo e tra un
aereo e l’altro mi ritrovo in quella famosa stanza di Tokyo, dove comincia questo nuovo capitolo della mia
vita.
E’ probabilmente da quel momento che è iniziata la mia vera esperienza artistica, trasferitasi dal muro alla
tela, e che ha subito variazioni durante gli anni, dallo stile, ai soggetti, al metodo di colore, partendo da una
pittura ad olio per poi passare all’acrilico ed arrivando ad un mix di tutto ciò che rilascia colore, cercando di
strizzare sempre l’occhio al mio primo amore; la Street Art.
Ho iniziato dipingendo ritratti in cui cercavo di esaltare le espressioni dei soggetti attraverso un uso insolito
dei colori, ho perfezionato con il tempo il suo uso, spostandolo dai volti ho iniziato a riempire gli spazi, a
creare forme, sfondi, a trasmettere energia ed a dare carattere ai miei personaggi.
I miei soggetti sono solitamente iconici o vintage ma sviluppati sempre in modo giocoso, così facendo mi
sono avvicinato alla Pop Art ed è così che ora classifico il mio stile.
Oggi i miei lavori sono esposti in vari locali, negozi ed hotel, partecipo a mostre personali e collettive, mi
metto in gioco con il live painting durante qualsiasi tipologia di eventi, formale ed informali e non ho
assolutamente intenzione di smettere di coltivare questa passione che brucia sempre più dentro di me!
Sulla mia strada ho trovato molte persone che voglio ringraziare (…)
LA VITA E’ UN VIAGGIO …. STAY TUNED
A cura di Jack
Ottobre 2020-Aprile 2021 personale presso Piscinin, Seregno, Art in Box, Moon Events

Jack:
Quella sera mi trovavo su facebook; un po per consuetudine e un po per noia, ma dentro di me cresceva
la voglia di trovare talenti, ma talenti veri quelli che quando l’incontri “SBA BAM” è come una sberla; ero
alla ricerca di qualcosa di nuovo, di fluo, di esplosivo, qualcosa di unico, qualcosa di artisticamente già
maturo; ed eccolo lì: volti, animali, ritratti, fiori e bombe a mano, tante bombe a mano e come direbbe
Vittorio Brumotti:” A bombazza!!!”mi sono detta si l’ho trovato!
A dir la verità ero convinta che Jack fosse un’artista già Navigato, uno di quelli sulle sue, affermato e che
avesse fatto già un sacco di mostre, insomma uno già arrivato gli diedi un appuntamento a Seregno presso
un mio cliente e quando lo vidi rimasi a bocca aperta, perché Jack è giovanissimo e mi sono detta allora si
che questo è un talento vero, perché lui forse non se ne è ancora reso conto ma jack è uno che lascia il
segno , è uno di quelli artisti, che l’arte ce l’ha dentro; definita, delineata, pulita….come dire Jack hai FATTO
CENTRO, ti confermo questa è la tua strada!
Jack è un’artista figurativo deliberatamente Pop, che fin da bambino è sempre stato attratto dalla Street Art
e che da essa trae linfa per i suoi lavori.
Il Live painting nasce quasi come una sfida ed ora è parte integrante della sua vita artistica.

Nella mostra troverete una carrellata di dipinti: dove i soggetti raffigurati, catturati dal mondo quotidiano,
esprimono con la loro carica fluo e la loro naturale irriverenza la volontà di uscire dal bidimensionale della
tela per conoscerci infrangendosi e gettandosi nella tridimensionalità dello spazio reale.
La miscela tra colore e nero è la cifra portante che caratterizza il suo giovane talento, così semplicemente
inconfondibile.
Giacomo Perego se dovessi riassumerti in poche righe direi che le tue opere sono: colore, fluo, tanto fluo,
getto, nero, uragano; una sorta di espressionismo italiano ma pulito e lezioso, è facile ritrovare nei suoi
gesti richiami ad artisti quali JacKson Pollok e Ernst Ludwing Kirchner, ma questa è un’altra storia che è gia
stata scritta un secolo fa e adesso cari clienti….in una parola COLORATEVI!!!
A cura di Stefania Salmoiraghi
https://www.facebook.com/giacomoperego
https://www.instagram.com/giacomo_jack_perego/

LISTINO PREZZI GIACOMO PEREGO JACK

Purple

Acrilico su tela 70 x 80
2019

€ 800

Crudelia

Acrilico su tela 40 x 40 
2019

€ 300

Te set un asen!!

Acrilico su tela 60 x 80
2020

€ 700

Mr.Bean

Acrilico su tela 70 x 70
2020

€ 700

Queen Cactus

Acrilico su tela 50 x 70
2020

€ 600

Under The Moonlight

Acrilico su tela 30 x 40
2020

€ 350

Alla ricera di nemo

Acrilico su tela 50 x 60
2020

€ 550

Ragazza con orecchino di perla 
Acrilico su tela 50 x 60
2020

€ 1000

amy

Acrilico su tela 100 x 100
2020

€ 1000

gRICOCO

Acrilico su tela 80 x 90
2020

€ 850

qUEEN

Acrilico su tela 120 x 60
2020

€ 900

tRAMONTO IN SIBERIA

Acrilico su tela 80 x 90
2020

€ 850

uRBAN JUNGLE

Acrilico su tela 120 x 60
2020

€ 900

fUCK cOVID

Acrilico su tela 80 x 90
2020

€ 850

pARIS

Acrilico su tela 90 x 30
2020

VENDUTO Coll.Privata

CHEERS

Acrilico su tela 80 x 70
2020

€ 700

the donald

Acrilico su tela 100 x 70
2020

€ 850

Look beyond your eyes

Acrilico su tela 60 x 80
2020

€ 700